COSMESI NATURALE

Nutrire la pelle in modo sano

E' risaputo che Cleopatra idratava la sua pelle con latte, argilla e estratti dalle piante. Proteggere noi stessi è un gesto così naturale che probabilmente anche prima che i nostri antenati dell'antico Egitto usassero i loro cosmetici le popolazioni si prendevano cura della loro pelle con prodotti a base di estratti vegetali. La funzione principale della pelle è quella di proteggere i tessuti sottostanti, la regolazione della temperatura corporea e delle riserve di nutrienti.

Attualmente, ci sono sempre più fattori che attaccano la nostra pelle: una dieta squilibrata, l'inquinamento, alcuni farmaci, agenti infiammatori, eccessiva esposizione al sole o al freddo, stress, tabacco, ecc. Quindi selezionare i prodotti giusti per nutrire e curare la pelle e il cuoio capelluto è una priorità della massima importanza. I cosmetici naturali sono oggi la scelta migliore.

I cosmetici naturali sono caratterizzati da principi attivi vegetali, conservanti ed emulsionanti naturali, formule biodegradabili; sono ipoallergenici e non aggrediscono l'organismo. Non sfruttano gli animali, in quanto non vengono testati su di loro, ma utilizzano ingredienti già validati e sicuri e rispettano l'ambiente essendo privi di agenti chimici aggressivi. Malgrado questa definizione, l'etichetta "naturale" è utilizzata in una vasta gamma di prodotti, che spesso hanno solo un estratto naturale ma non rispetto interamente il protocollo di 'prodotto naturale', basato sui principi della salute, dell'etica e dell'ecologia.  I cosmetici naturali si fondano sulla scienza della fitoterapia, che utilizza le piante da millenni per i trattamenti di bellezza. Alcuni degli estratti vegetali più usati nei cosmetici naturali sono l'aloe vera, il ginkgo biloba, le alghe, il rosmarino, la lavanda, l'albero del tè e la canapa. Molte di queste piante sono potenti antiossidanti, eliminano i radicali liberi e riducono i danni cellulari; stimolano la rigenerazione della pelle e dei capelli e aiutano a normalizzare le ghiandole sebacee in modo naturale e senza effetti collaterali.
Alcune marche di ingredienti cosmetici naturali danno la preferenza al biologico e al raccolto sostenibile, riducono le componenti degli imballaggi che realizzano con materiali a basso impatto e biodegradabili.
I cosmetici naturali sono privi di sostanze chimiche ampiamente utilizzate nel settore tradizionale come la SLS ( Sodium Lauryl Sulfate ), SLES ( Sodium Lauryl Ether Sulfate), parabeni e prodotti petroliferi; ingredienti potenzialmente pericolosi per la salute umana o per l'ambiente. Inoltre non usano coloranti artificiali e conservanti e hanno un pH bilanciato.

 


Molte allergie comuni sono causa di una reazione immunitaria della pelle a una o più sostanze chimiche contenute nei cosmetici. Coloro che soffrono di dermatiti, orticaria, eczema e forfora sono quelli che beneficiano maggiormente dei cosmetici naturali. Anche le persone con pelle sensibile, in particolare i bambini, hanno molto da guadagnare dall'uso di questa alternativa cosmetica.

Imparare a leggere le etichette è uno dei modi migliori per conoscere ciò che si sta utilizzando. Se i nomi degli ingredienti sembrano troppo complicati, probabilmente non si tratta di un prodotto naturale.
E' importante verificare la presenza di simboli riportati sulle etichette che attestino che il prodotto non è testato su animali (simbolo BUAV con un coniglio, per esempio) o sono vegan ( Vegan Society) o hanno un certificato biologico. Ma anche se il prodotto non ha nessuna di queste certificazioni (in alcuni paesi non esistono organismi di certificazione e le approvazioni sono costose per le piccole imprese), in realtà è molto facile trovare in etichetta  espressioni come "Prodotto non testato su animali", "Esente da SLS"," senza parabeni" o "prodotto vegan"

Attualmente, ci sono molte alternative sul mercato per qualità , non è difficile trovare prodotti di qualità a prezzi accessibili.



Inserire la data: 2013-10-03 Ultimo aggiornamento: 2014-01-01

Commento printer     E-mail   Facebook F

Authors > Contributor writers > Cristina Rodrigues